I canali incisivi sono due e originano da ambo i lati del setto nasale, nel pavimento del naso. Decorrendo verso il basso i due canali convergono nel canale incisivo. Quanto più la cisti prende origine superiormente nel canale, tanto più è facile che si presenti leggermente decentrata rispetto alla linea mediana.

Radiograficamente si presenta come un’area radiotrasparente uni-loculare a margini netti, localizzata fra i due incisivi centrali superiori. Quando la spina nasale anteriore si sovrappone alla cavità cistica, l’immagine della cisti assume caratteristica forma “a cuore da carta da gioco”. Con l’arrivo della CT conebeam si è visto che nonostante le Rx occlusali davano immagini a cuore da carta da gioco in realtà le lesioni avevano una forma sferica.

Questo caso viene presentato proprio per mostrare una cisti decentrata a destra. Questo aspetto radiologico è da tenere in considerazione perché la lesione è originata quasi dal pavimento del naso. Nelle varie sezioni della conebeam si può vedere come parte del pavimento del naso sia stato eroso dalla cisti. L’intervento di enucleazione della lesione osteolitica arriverà quindi fino alla mucosa del naso. Durante l’intervento era quindi possibile vedere il setto nasale dalla cavità orale.

Di solito queste lesioni partono invece da zone molto più vicine alla cavità orale ( e quindi nel punto in cui il canale incisivo è unito) e difficilmente si estendono fino al pavimento del naso.

E’ bene ricordare che il fascio vascolo-nervoso naso-palatino contiene anche la parte della sensibilità propriocettiva del terzo anteriore del palato pertanto è possibile che nel togliere la cisti venga lesionato tale nervo. E’ un’eventualità rara ma qualora succedesse il paziente perde la sensibilità della mucosa dietro ai quattro incisivi.

Nei casi come questo dove l’osso palatale non è più presente per circa 3 cm3 è importante che la paziente non faccia la manovra del Valsalva. L’aumento della pressione a livello del naso si ripercuoterebbe sulla mucosa del palato che per circa 2 mesi non avrà alcun supporto osseo.

Consiglio di eseguire questo genere di interventi in ambiente ospedaliero e di fare la biopsia della cisti. Solo l’anatomopatologo può confermare la diagnosi di cisti naso-palatina.

Intervento di enucleazione cisti ed istologico eseguiti presso Casa di Cura Villa Betania, Gruppo GIOMI S.P.A., Roma.

Buon lavoro

Pier Francesco Amoroso

Share this article

Related Posts

Recidiva Cisti Mandibolare

RECIDIVA DI FIBROMA AMELOBLASTICO Quando si vedono cisti di notevoli dimensioni o che vanno verso la branca montante devono essere trattate come Tumore Odontogeno Cheratocistico […]

10 Ott 2022
Cisti Mandibolare KCOT

Keratocystic Odontogenic Tumour KCOT Tumore Odontogeno Cheratocistico KCOT / OKC Già in altri casi clinici ho parlato di questa terribile cisti dalle caratteristiche altamente aggressive e […]

11 Set 2022